logo
in quale pagina sei
            in quale pagina sei ==> Triangolo Lariano ==> Il Lambro - la leggenda di Autari       
Tra i due rami del lago
 
i borghi
 
itinerari
 
geolocalizzazione
 
IMMAGINI
SITI DI TREKKING
pagina ufficiale del Club Alpino Italiano
trekking e outdoor
scopri le migliori escursioni guidate nella tua zona
libreria per corrispondenza
vivere la montagna in sicurezza e conoscerla in compagnia
trekking italia
sentieri e itinerari escursionistici
trekking in Lombardia
camminare in compagnia, viaggiare a piedi
sentieri di montagna
il paese dei cammini
viaggi a piedi
rifugi della Lombardia
vie normali
centinaia di itinerari a tua disposizione
la regina Teodolinda con il re Autari
Il Lambro: la leggenda di Autari.   (pag. 1)

Autari Ŕ stato un re Longobardo, non era cristiano ma pagano. Al coraggioso re arridevano la fortuna, la ricchezza e gli onori. Nonostante fosse molto giovane, Autari aveva vinto tante battaglie costruendosi uno stato sempre pi¨ grande, ma non aveva su di se e sulla sua gente la protezione del cielo.
La regina Teodolinda (sua sposa), invece, era cresciuta nella regola di Cristo, ed era pia e devota. Confortata dalle parole del papa Gregorio Magno, la sovrana non disperava di poter, un giorno, convertire il suo sposo. Purtroppo per˛ i mesi passavano senza che Autari desse segno di voler abbandonare il paganesimo dei suoi avi.
Nella reggia di Pavia la regina pregava ogni giorno Dio, affinchŔ l'aiutasse a trovare le parole per convincere il sovrano ma, fino a quel momento, tutti i tentativi vi erano risultati vani e a niente erano valse le sue lacrime segrete.
Cosý Dio pens˛ di punire quel caparbio re che tanto si opponeva alla sua conoscenza e si rifiutava di abbracciare la religione cristiana.
Per sfuggire Pavia, con il suo clima gravato dalle nebbie del Ticino, il re e la sua corte trascorrevano parte dell'anno nella pi¨ mite Brianza.
Questa terra era la prediletta dai sovrani e la presenza della famiglia reale aveva fatto di questi luoghi un'isola veramente fortunata.
La rigogliosa Brianza si alzava in alture piene di boschi e foreste e sprofondava in burroni irti di rocce e si estendeva in colli ingentiliti dalle vigne e in grandi campi di grano. Ridenti cittÓ e villaggi operosi punteggiavano la fertile landa che era cinta a nord da alti monti, ai piedi dei quali si trovavano i laghi azzurri, come specchi rotti in mezzo ai prati verdi. Il Lambro era la grande ricchezza di questa terra: gonfio di acque copiose e fresche e ricco di pesci, il fiume l'attraversava da nord a sud, dividendola in due bande verdeggianti.
In quell'anno lontano, sul principio dell'estate, il re e la regina si trovavano nel loro palazzo di Monza, quando il fiume Lambro, che lambiva proprio i bastione della reggia, inaridý e si prosciug˛ all'improvviso.
Ad uno ad uno si prosciugarono anche i torrenti, i ruscelli, le roggie e i rigagnoli di tutta la Brianza, trasformandosi in alvei riarsi e sassosi.
Gli stagni e le marcite si asciugarono, i laghi, in men che non si dica, diventarono grandi voragini disseccate, ricolme di pesci morti.
Il sole, che sembrava non tramontare mai, bruci˛ rapidamente boschi e campagne. Un caldo asfissiante, come da secoli non si sentiva, arrovent˛ la Brianza, gettando nello sgomento gli abitanti di casali e borgate, che invano fuggivano a destra e a manca, in cerca di un po' di refrigerio.
Il popolo si impression˛ e si spavent˛ sopratutto per la perdita del fiume: il Lambro era l'anima della terra brianzola, che senza di lui, ora, non aveva pi¨ vita. Le greggi non trovavano pi¨ neanche una pozzanghera per abbeverarsi e morivano di sete. Gli uomini temevano di morire anche loro come le bestie e pregavano a gran voce Dio, supplicando il suo aiuto per vincere quell'improvvisa calamitÓ che sembrava li stesse prostrando senza possibilitÓ di salvezza.

continua le lettura .....

Bibliografia e riferimenti principali:
  - Liberamente tratto dall'autore del sito da pubblicazioni e libri reperibili presso la biblioteca della C.M.T.L.

Indietro
contatti  |  segnala sito  |  mappa del sito  |  cerca nel sito   |     |   webmaster   |  ?
tutti i diritti riservati © acweb-2004.it
info validazione w3c